Libero pensiero non è solo pensare

Le peggiori prigioni sono quelle che non hanno sbarre. L’illusione della libertá é il carcere piú crudele, già, che non ti permette di vedere i limiti delle tue scelte, e percepire il fatto che, le tue frontiere sono ogni giorno piú ristrette e, al contrario di quel che sembra,  limita la grandeza e impallidisce i colori del tuo mondo. Il pensiero libero, l’ indipendenza delle idee, l’ accettazzione del diverso esige sforzo, coraggio e rischio, merci rare negli scaffali delle menti e dei cuori.

Il mondo ha sempre guardato storto le voci fuori dal coro,  che contestano e rendono difficile  , il controllo e gli affari di quelli che pensano che gli altri non sono li per condividere, ma per servire. Chi non si adegua rimane isolato dal resto del mondo, è un marginale.

Lo squilibrio è fondamentale

LO SQUILIBRIO È FONDAMENTALE

 

La vita è un infinito e fantastico viaggio verso la luce. Questa vita è appena un pezzettino della strada. Viaggiare significa evolvere e l’evoluzione esige una trasformazione. Nessuno nasce pronto. Capire che quello che ci siamo portati dentro lo zaino fino ad oggi ci è stato utile, ma può non servirci più, è segnale di saggezza. Diventa necessario lasciare alcune cose vecchie per farne spazio a nuove. Reinventarsi tutti i giorni. Niente ci rallenta tanto quanto il treno perso del preconcetto, il volo cancellato delle obsolete idee e il vicolo cieco dei comportamenti superati. Orgoglio, vanità e testardaggine sono pesanti pietre che, non di rado, teniamo nascoste nel fondo della valigia, sotto la felpa della gelosia e i pantaloni dell’egoismo. Abbiamo bisogno di leggerezza per proseguire. È fondamentale fare spazio al nuovo, cambiare  bagagli.

Analizza il tuo zaino con gentilezza. L’amore è il miglior manuale che ti possa indicare il contenuto essenziale.

Il problema non è il problema

Il problema non è il problema, ma la incapacità di andare avanti di fronte alle avversità. È la perdita della possibilità di trasformazione, una decisione puramente interna, che dipende solo da se stessi.

Avrai due interlocutori durante questo processo: l’ego che ti farà sentire punito ingiustamente, dal momento che ha la certezza che non meriti queste difficili esperienze e ti relegherà nella peggiore delle prigioni, la vittimizzazione. Dall’altro lato abbiamo l’anima, lo spirito eterno di cui siamo fatti, che anela l’evoluzione e sa che la codardia non cambia la realtà.

La magia delle parole

Tutti siamo maghi, e la parola, è il principale ingrediente del calderone. Attraverso quello che diciamo o scriviamo possiamo invitare i popoli a danzare, seminando allegria e speranza, o costruire muri, diffondendo odio e paura. Questo è il potere; e questo potere è tuo.

Così, ogni manifestazione diventa un atto di magia e definisce quale tipo di mago vogliamo essere.

Fin dai tempi più lontani viene insegnato che la parola ha potere. Ogni parola porta con se un’idea. Differenti culture insegnano valide  lezioni  riguardo  la cautela che dobbiamo avere con le parole.